milano cosa vedere e cosa fare in due giorni
Avventure,  italia

Milano | Itinerario, cosa vedere e cosa fare in due giorni

Dopo avervi consigliato le 6 tappe imperdibili da vedere a Milano (se avete solo 24h a disposizione!!), non potevamo non proporvi l’itinerario di due giorni, così forse da convincervi a passarci più tempo e chissà,  magari ve ne innamorerete follemente!

Come vi abbiamo già detto, a dispetto degli stereotipi e dei pregiudizi, il capoluogo lombardo ha tantissimo da offrire e sicuramente le cose da vedere e da fare in due giorni a Milano vi faranno avere un’idea un po’ più completa della città.

Questa volta non ci concentreremo solamente sul centro storico, ma ci sposteremo anche in altre zone di altrettanta bellezza e unicità. Pronti?

Ecco qua il percorso che vi consigliamo di percorrere durante il vostro primo giorno a Milano:

  • Piazza Duomo e Duomo
  • Galleria Vittorio Emanuele II
  • Teatro alla Scala
  • Quartiere Brera
  • Garibaldi
  • Cimitero Monumentale

Questo è un giro che potrete fare comodamente a piedi; le tappe sono tutte molto ravvicinate e, se i vostri piedi e le vostre gambe ve lo permetteranno, riuscirete a percorrere tutto senza prendere neanche un mezzo. In caso contrario, vi annoteremo i mezzi di trasporto da prendere passo per passo!

itinerario primo giorno milano
Clicca qui per ingrandire il percorso

1. Piazza del Duomo e Duomo

Come il nostro itinerario di un giorno, anche questo non può che cominciare dalla magnifica Piazza del Duomo. Qui, come ben saprete, vi trovate nella piazza principale della città, un grande spazio pedonale in cui vi sentirete come avvolti dalla maestosità dei suoi edifici: la Cattedrale, la Galleria Vittorio Emanuele II, Palazzo Reale, Palazzo dell’Arengario, Palazzo Carminati. Da milanese, questo luogo, non mi stanca mai; potrei passarci anche 20 volte durante la giornata ma l’effetto sarebbe sempre quello, ne sono sicura.

duomo di milano

In base a ciò che più preferite potete decidere se visitare il Complesso Monumentale del Duomo oppure no, se visitare solo l’interno o anche le terrazze, se addentrarvi nell’area archeologica o acquistare il pass che più fa per voi (qui per tutte le info/prezzi). Insomma, c’è tanto da vedere e da scoprire; tenete conto che se deciderete di optare per la visita di tutto quello appena citato, mezza mattinata vi volerà via così.

Oppure, sempre in base ai vostri gusti, potrete visitare il Museo del 900 (ed avere una meravigliosa vista dall’alto su tutta la piazza!) o scegliere di vedere una delle tante mostre temporanee allestite a Palazzo Reale; a voi la scelta!

cattedrale di milano

2. Galleria Vittorio Emanuele II

cosa vedere e fare a milano in un giorno galleria

Un altro luogo simbolo di Milano e un altro che riesce a stupirmi ogniqualvolta mi ci addentro. Penso di avere così tante foto -alcune anche tutte uguali- di questa galleria che potrei farci un album pieno zeppo.

La Galleria Vittorio Emanuele II emana eleganza da tutti i pori. È così perfettamente perfetta che credo necessiti di un aggettivo a sé.

Oltre al famoso giro di tacco fortunato sugli attributi del toro, proprio sotto l’ottagono, da qualche tempo è anche possibile salire sulle terrazze della Galleria per avere una vista panoramica della città! Gli ascensori si trovano in Via Silvio Pellico e il biglietto intero costa € 12, per gli under 25 e over 70 € 10 mentre i bambini accompagnati da genitori/parenti hanno diritto all’accesso gratuito.

Sapete inoltre che qui in Galleria si trova uno dei sei hotel a 7 stelle presenti AL MONDO? Ebbene sì, se alzate il vostri occhi all’insù troverete le tantissime finestre di questo super hotel lussuosissimo che affaccia proprio in Galleria! Quanto sfarzo vero?

cosa vedere e fare a milano in un giorno galleria

3. Teatro alla Scala

Dalla Galleria proseguite fino a che non sbucate nella deliziosa Piazza della Scala, dove si trova il teatro che le deve il nome.

Come vi raccontavo, chi non ha mai visto neanche una foto di questo teatro, probabilmente passeggiandoci vicino non direbbe mai si tratti del teatro tra i più prestigiosi al mondo. È vero, è abbastanza anonimo e senza particolari elementi che saltano subito all’occhio; è per questo motivo che quindi vi consiglio -se vi interessa- di acquistare il biglietto per il Museo Teatrale Alla Scala. 

IMG_9183 (1)

Sapete che in mezzo a Piazza della Scala si trova una statua dedicata a Leonardo? Forse sì, forse no. L’importante è sapere che Leonardo trovò davvero fortuna nel capoluogo lombardo e tantissime sono le sue testimonianze in giro per la città, tra cui le chiuse del Naviglio Grande e la famosissima Ultima Cena.

Per questo motivo è stata eretta una statua in suo onore insieme ai suoi quattro allievi.
[Piccola curiosità: i milanesi hanno soprannominato questa statua “un liter in quatter” che in dialetto significa “un litro in quattro“. Questo perchè la scultura di Leonardo, ben posizionata in alto, ricorda un bottiglione di vino mentre i suoi allievi -di dimensioni ridotte- ricordano quattro bicchierini!]

IMG_9181

4. Quartiere Brera

Con neanche 5 minuti di camminata eccovi in uno dei quartieri più belli di Milano. Brera è così tanto un gioiellino che spesso non sembra neanche di essere in una grande città come Milano. Brera è romantica, eccome se lo è. E lo è nonostante negli ultimi anni si vedano più turisti che milanesi, ma chissenefrega. E’ un susseguirsi di vicoli, vie deliziose con locali, ristorantini, trattorie e negozi vintage.

Ci sono diversi luoghi interessanti in questa zona, ma visto che le cose da vedere sono tante, vi conduciamo verso il luogo simbolo di questo quartiere: la magnifica Pinacoteca di Brera. A prescindere da gusti e preferenze, la Pinacoteca di Brera è indiscutibilmente un must, sostanzialmente il museo che espone una delle più celebri raccolte di pittura in Italia. Vi basta questo?

E se ancora siete indecisi se addentrarvici o meno, sappiate che all’interno sono esposte opere di Raffaello, Caravaggio, Mantegna, Bellini e Canaletto. 

E se proprio non siamo riusciti a convincervi, fate lo stesso un giro nel palazzo, il quale ospita anche l’Orto Botanico, l’Osservatorio Astronomico, l’Accademia di Belle Arti e la Biblioteca Braidense. E poi, non perdete l’occasione di farvi un selfie insieme alla scultura di Napoleone in veste di Marte Pacificatore in mezzo al cortile!

Pinacoteca di Brera
Via Brera, 28
Da martedì a domenica: 8:30 – 19:15
Ingresso: € 10.00
Ridotto: € 7.00
Ingresso libero ogni prima domenica del mese

pinacoteca di brera milano

5. Garibaldi 

Per arrivare a Garibaldi, concedetevi circa 20 minuti di camminata o prendete la metro verde Lanza e scendete dopo 2 fermate.

Il nostro tour di due giorni a Milano non poteva non far tappa qui. Questo quartiere mi sta molto a cuore, forse perché è il luogo dove mi fermo più spesso, dove prendo treni, dove passo sempre per qualsiasi cosa. Garibaldi si è trasformata completamente negli ultimi anni e questa parte di Milano così innovativa e predisposta al cambiamento mi fa innamorare di lei sempre più.

IMG_2911

IMG_6307

Piazza Gae Aulenti è ormai diventata il simbolo di questo cambiamento repentino di Milano in una vera e propria capitale dell’innovazione, dell’evoluzione e dello sviluppo, in qualsiasi settore. I suoi grattacieli e il suo skyline sono da togliere il fiato. Sapete che il grattacielo dell’Unicredit (proprio questo che vedete in foto!) è il più alto grattacielo in Italia?

Sotto la piazza è stata costruita un food court, uno spazio circolare in cui si trovano tantissimi dei più amati locali per mangiare (con anche l’Esselunga annessa!).

Inoltre, un’altra chicca è sicuramente il Bosco Verticale. Penso che tutti ne abbiano sentito parlare almeno una volta nella vita. Si tratta di due palazzi residenziali coperti da più di duemila essenze arboree; torri completamente biologiche e sostenibili. Uniche al mondo direi.

IMG_2912

WhatsApp Image 2018-04-25 at 18.43.18

Vicino troverete zone come Corso Como, Piazza XV Aprile e il quartiere Isola che sono diventate ormai punti fissi e strategici della movida milanese. Si tratta di zone completamente riqualificate nel corso dell’ultimo decennio e che hanno visto l’intervento di tanti artisti di fama internazionale.

WhatsApp Image 2018-04-25 at 18.43.18 (1)

IMG_2343

 

6. Cimitero Monumentale

Per arrivare nell’ultima tappa del vostro primo giorno a Milano da Garibaldi, potrete passeggiare per 10 minuti a piedi; altrimenti prendete la metro lilla M5 e scendete a Monumentale (una fermata).

IMG_1655

Ora vi metterete a ridere, lo so. Però non posso non raccontarvelo. Nonostante io sia di Milano non avevo mai visto il Cimitero Monumentale; credetemi però, volevo andarci da troppo, troppissimo tempo. Così ho chiesto a Nico, tutta felice, se voleva accompagnarmi in un posto. Lui, curiosissimo di sapere dove, non vedeva già l’ora di passare in mia compagnia qualche ora in un luogo nuovo, in cui nessuno dei due c’era mai stato.

Ecco che poi gli annuncio che sarei voluta andare al Cimitero Monumentale. Se volete sapere la sua reazione e la sua risposta, per farvi quattro risate, vi prego di guardare questo video assolutissimamente!

IMG_1660

IMG_1683

A parte gli scherzi, ho inserito questo luogo nell’itinerario di due giorni a Milano perchè ne vale davvero la pena. Chiamarlo “museo a cielo aperto” secondo me è riduttivo.

Questo cimitero, tra i più importanti d’Italia e aperto al pubblico dal 1867, è un susseguirsi di stili differenti, dal gotico al bizantino, dal liberty all’eclettismo e sarà una gioia per i vostri occhi passeggiare attraverso tutta questa arte.

Qui troverete i monumenti sepolcrali di note famiglie della grande borghesia industriale milanese, tra cui quello della famiglia Bocconi – fondatore dell’università- o quello di Treccani, industriale tessile e fondatore della Enciclopedia Italiana. Il Cimitero Monumentale è anche luogo di riposo di di ricchi industriali, di personalità del mondo dell’arte, della filosofia, della politica e della religione, tra cui Alessandro Manzoni, Montale, Giorgio de Chirico, Giorgio Gaber, Hayez ecc.

Il cimitero è ad ingresso gratuito con la possibilità oltretutto di prenotare delle visite guidate anch’esse completamente gratuite!

IMG_1667

IMG_1669

IMG_1677

Eccoci arrivati al secondo ed ultimo giorno a Milano (sperando di rivedervi presto in città!):

  • Castello Sforzesco
  • Chiesa di Santa Maria delle Grazie
  • Chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore
  • Basilica Sant’Ambrogio
  • Basilica di San Lorenzo e Colonne
  • Navigli

itinerario secondo giorno milano

Clicca qui per ingrandire il percorso

1.  Castello Sforzesco

Qui ci potreste passare una giornata intera tanti sono i musei e le cose da visitare. Dal Museo d’Arte Antica a quello Archeologico, dal Museo di Arti Decorative alla Biblioteca d’Arte, fino ad arrivare al Museo Pietà Rondanini di Michelangelo.

La varietà dell’offerta del Castello Sforzesco è inesauribile ed è per questo che siamo sicuri al 100% troverete qualcosa adatto a voi. Se non fosse così, sappiate che l’ingresso al Castello è gratuita (così come l’entrata al Parco) e sarà comunque piacevole passeggiare immaginando di essere catapultati nel passato ai tempi dei Visconti e degli Sforza!

Non fatevi mancare una bella camminata al Parco Sempione e non perdetevi la meravigliosa vista verso l’Arco della Pace, voluto da Napoleone.

Questo parco è fatto proprio per essere vissuto a 360°, qualunque attività decidiate di fare.

castello sforzesco milano

castello sforzesco milano

castello sforzesco milano

2. Chiesa di Santa Maria delle Grazie

Dal Castello potete camminare circa un quarto d’ora o prendere, dalla fermata Cadorna, il bus 58 e scendere a Piazza Giovine Italia o prendere la metro rossa M1 per una fermata e scendere a Conciliazione.

Questa chiesa è famosa soprattutto per il vicinissimo Museo di Stato -che si trova praticamente attaccato- che contiene al suo interno Il Cenacolo di Leonardo Da Vinci. Tantissime persone pensano di trovare il dipinto dentro la chiesa ma in realtà non è così. Quindi vi togliamo ogni dubbio; se siete interessati a vedere quest’opera vi rimando al sito ufficiale.

chiesa di santa maria delle grazie milano

chiesa di santa maria delle grazie milano

La chiesa di Santa Maria delle Grazie è una vera chicca: piccolina, docile, un vero e proprio tesoro per la città di Milano. E’ sia una basilica che un santuario, è stata costruita in stile gotico-rinascimentale ed è inserita nella lista dei siti UNESCO. Mica male vero?

Tantissime sono le cose da poter ammirare, dalle sette cappelle al chiostro fino al refettorio e al convento. Insomma, non poteva non essere inserita nel nostro itinerario di due giorni a Milano. 

Chiesa di Santa Maria delle Grazie
Piazza di Santa Maria delle Grazie
Ingresso gratuito

chiesa di santa maria delle grazie milano

3. Chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore

Cinque minuti a piedi più avanti di Santa Maria delle Grazie troverete la Chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore.

Avete presente la Cappella Sistina che si trova ai Musei Vaticani di Roma e che tutto il mondo ci invidia? Ecco, sappiate che ce n’è anche una a Milano; la “Cappella Sistina di Milano“, ovvero San Maurizio.

chiesa di san maurizio al monastero maggiore

Ho sempre sentito parlare di questa chiesa ma solo recentemente io e Nico siamo andati a sbirciarla. In assoluto la chiesa più bella di Milano per noi, finora. Credetemi se vi dico che dalle foto non rende assolutamente e che la bellezza è davvero troppa. 

Appena entrerete rimarrete senza parole. L’esterno è talmente anonimo che nessuno si potrebbe mai immaginare una meraviglia del genere. Il ciclo di affreschi, di scuola leornadesca, vi lascerà senza fiato. Non c’è un singolo pezzo di muro bianco, lasciato senza colore. E’ tutto completamente dipinto con colori sgargianti.

Il Touring Club fa un immenso lavoro per tenere aperto e conservato questo luogo; quando ci siamo andati c’erano un paio di Volontari per il Patrimonio Culturale che aderiscono a questo progetto (oltre 70 siti in Italia sono aperti grazie a loro!). Quindi, davvero, GRAZIE.

Chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore
Corso Magenta, 15
Ingresso gratuito

chiesa di san maurizio al monastero maggiore milano

chiesa di san maurizio al monastero maggiore milano

4. Basilica di Sant’Ambrogio

In altri cinque minuti a piedi da San Maurizio eccovi arrivati alla Basilica di Sant’Ambrogio; un altro dei simboli indiscussi di Milano e considerata -dopo la Cattedrale- la chiesa più importante della città.

Costruita in onore del Vescovo di Milano, si tratta di una delle chiese più antiche della città di epoca paleocristiana/medievale.

Da non perdere assolutamente il Sarcofago di Stilicone, gli affreschi, i mosaici e il meraviglioso Altare d’Oro. 

Basilica di Sant’Ambrogio
Piazza Sant’Ambrogio
Ingresso gratuito

basilica di sant'ambrogio milano

5. Basilica di San Lorenzo e Colonne

Per arrivare qui potete sia prendere il bus 94 e scendere alla fermata Colonne di San Lorenzo, oppure farvi dieci minuti di camminata.

Inserita tra le più antiche chiese d’Italia, la Basilica di San Lorenzo è considerata -insieme alle Colonne che si trovano proprio di fronte- tra i maggiori complessi monumentali di epoca romana di Milano. 

Di epoca medievale/cristiana, questa Basilica conserva moltissime testimonianze importanti, tra cui la Cappella di Sant’Aquilino -inserita in qualsiasi libro di storia dell’arte, i suoi mosaici di età paleocristiana sono ancora ben conservati- la Cappella di Sant’Ippolito e San Sisto e, sull’altare, un’urna contenente le spoglie del martire.

chiesa di san lorenzo milano

chiesa di san lorenzo milano

Le Colonne di San Lorenzo, oltre ad essere il complesso romano meglio conservato nella città di Milano, sono ormai oggi il luogo dei giovani, della movida e delle lunghe passeggiate di shopping. Questo perchè le Colonne si trovano proprio in mezzo tra i Navigli, il verde del Parco delle Basiliche, e Via Torino, famosa via milanese dello shopping. Un vero e proprio via vai di persone che rende questo luogo molto vivace.

colonne di san lorenzo milano

colonne di san lorenzo milano

6. Navigli

L’itinerario di due giorni a Milano non poteva non concludersi qui, sui Navigli, uno dei simboli della città, una zona giovane, energica, brillante e dinamica; un vero e proprio punto di ritrovo. Dalle Colonne di San Lorenzo andate verso Piazza XIV Maggio e godetevi l’ultima tappa del nostro tour.

Se qualche anno fa questa zona era già affascinante di per sé, dopo la riqualificazione per Expo 2015 è diventata una vera e propria bomba. Fighissima! Respirerete aria di serenità, di divertimento, di spensieratezza.

navigli milano

Concedetevi un’ultima passeggiata lungo il Naviglio Grande, quello Pavese e la Darsena, perdetevi nelle vie, nei vicoli (fermatevi assolutamente al Vicolo dei Lavandai!) e tra le casette di ringhiera; tutti i chilometri fatti in questi giorni verranno sicuramente ripagati.

darsena milano

navigli darsena milano

darsena milano

 

Veniteci a trovare sui nostri profili social, vi aspettiamo!
Facebook: Wishes On The Road
Instagram: @wishesontheroad
GooglePlus : Wishes On The Road
Pinterest: Wishes On The Road

Digiprove sealCopyright protected by Digiprove © 2018

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

All original content on these pages is fingerprinted and certified by Digiprove
Vai alla barra degli strumenti