Parigi | Itinerario, cosa vedere e cosa fare in 4 giorni

Parigi è stata il nostro primo viaggio insieme. Il nostro primo volo fuori dall’Italia insieme. Parigi è stata la nostra prima prenotazione, il nostro primo check-in, il nostro primo atterraggio mano nella mano. Parigi è stato il viaggio che ci ha fatto capire, una volta tornati, quanto volessimo scoprire e vedere posti nuovi e quanto non volessimo più fermarci.

Parigi te lo sbatte in faccia il suo essere così tremendamente romantica, te lo fa capire in tutti i modi quanto sia estremamente elegante e perfetta. Noi, a distanza di ormai tre anni, siamo fermamente convinti di quanto non potessimo scegliere meta migliore per iniziare a viaggiare.

E’ per questo motivo che ho deciso di andare a riprendere il mio piccolo quaderno degli itinerari e rispolverarlo. Non potevo non scrivere qualcosa.

Nel nostro itinerario di quattro giorni a Parigi abbiamo cercato di inserire tutti i maggiori luoghi di interesse, quelli assolutamente da non perdere durante una prima visita nella capitale francese, i simboli di questa città, i must. Siete pronti?

PRIMO GIORNO

Ecco come inizia il nostro tour di quattro giorni a Parigi!

  • Tour Eiffel (Trocadéro, Champ de Mars);
  • Arc de Triomphe;
  • Champs-Elysées;
  • Place de la Concorde;
  • Jardin des Tuileries;
  • Place Vendome;
  • Opéra Garnier.

itinerario 4 giorni a ParigiQui per vedere la mappa più in grande

1. Tour Eiffel

Il nostro itinerario di quattro giorni a Parigi è iniziato sotto il simbolo per eccellenza di questa città – e probabilmente di tutta la Francia intera – la Tour Eiffel.
Ancora ricordo l’emozione che mi avvolgeva tutta durante il viaggio in metropolitana,  ricordo i miei occhi che brillavano una volta scesa, pronta per vedere – finalmente -ciò che sognavo di vedere da una vita. Ricordo il passo svelto, ricordo il naso all’insù per scorgerla tra gli alberi, ricordo gli sguardi d’intesa con Nico e i sorrisi, quelli belli e felici, quelli che non ti scordi mai.

E poi eccola, la Tour Eiffel. Colei che avevo sempre visto in foto, sui libri di arte o di storia; colei per la quale mi sono sempre chiesta se fosse davvero così imponente e così alta. Sì, lo è. Quando finalmente ci siamo accorti che eravamo vicino più di quanto potessimo pensare, ci siamo resi conto che nessuna foto potrà mai rendere giustizia a ciò che in realtà è. Imponenza.

Ed è vero che ormai qualsiasi luogo del mondo lo puoi studiare, vedere e rivedere da qualsiasi angolazione tramite un computer, uno smartphone o Google Maps, ma la sensazione di poter vedere con i propri occhi, di vivere una situazione o un luogo, quelle sono tutt’altra cosa. E non c’è foto che tenga.

itinerario quattro giorni a parigi

Dopo lo stupore, lo sbalordimento iniziale e le foto di rito, eccoci pronti a salire. Mi sale ancora l’adrenalina, al solo pensiero. Dopo aver fatto i biglietti proprio sotto la torre, ci mettiamo in fila e aspettiamo il nostro turno. Qui per i costi e gli orari.

Salire sulla Tour Eiffel è un’esperienza che senza dubbio vi consigliamo se avete tempo a sufficienza; vedere Parigi dall’alto, i suoi tetti, l’infinità di persone sotto che sembrano formiche, il cielo che sembra sia a pochi metri dalla vostra testa.

Fatevi poi un giro sia a Champ de Mars -vasto giardino pubblico della capitale dove ammirare la Torre da un’altra prospettiva- e a Trocadéro, con una foto di rito vicino alla Fontana Varsavia! Un bel modo per cominciare ad immergervi nella città e iniziare ad amarla alla follia.

WhatsApp Image 2018-05-18 at 21.18.35

itinerario quattro giorni a parigi

2. Arc de Triomphe

Altro simbolo indiscusso, uno di quelli che non puoi assolutamente perderti. L’Arco di Trionfo è messo lì, al centro di Place d’Etoile, al centro di una rotonda con un via vai pazzesco di macchine; è lì, con la sua maestosità, quasi volesse dire guardatemi.

itinerario 4 giorni parigi arc de triomphe

WhatsApp Image 2018-05-18 at 21.18.31 (2)

Noi non solo l’abbiamo visto e ammirato da ogni angolo, ma ci siamo anche saliti. Per noi residenti UE under 26 il biglietto è gratuito (così come la maggior parte delle attrazioni a Parigi) quindi non ci abbiamo pensato due volte. Per tutti gli altri il costo è di 12€.

La vista da lassù è impagabile. Le foto che abbiamo fatto penso parlino da sé; Parigi dall’alto è bella, bella da morire. Così meravigliosa che non volevamo più scendere.

itinerario quattro giorni a parigi

itinerario quattro giorni a parigi

3. Champs-Elysées

Il nostro itinerario di quattro giorni a Parigi non poteva non farci passare da qui. Quante volte ne abbiamo sentito parlare. La promenade più famosa al mondo.

Come vi abbiamo raccontato sui nostri canali social, siamo partiti per la capitale francese un paio di mesi dopo i primi attentati alla città e un giorno dopo l’attacco a Bruxelles; soprattutto sugli Champs-Elysées abbiamo sentito l’aria tesa, pesante. Essendo una passeggiata piena di locali, club e negozianche di lusso – ed essendo una zona con un’affluenza di persone incredibile, tutto era estremamente presidiato. Anche per entrare in un semplice negozio abbiamo dovuto superare dei controlli di sicurezza.

itinerario quattro giorni a parigi

WhatsApp Image 2018-05-18 at 21.18.30

Lungo questa passeggiata di 2 km troverete anche due musei, il Grand Palais e il Petit Palais; noi non ci siamo fermati ma se volete qualche info in più potete guardare sui loro siti ufficiali.

Grand Palais: https://www.grandpalais.fr/it
Petit Palais: http://www.petitpalais.paris.fr/

WhatsApp Image 2018-05-18 at 21.18.32

4. Place de la Concorde

Questa piazza è la seconda più grande di Francia. Immensa. Infinita. E’ un luogo molto strategico da cui si può partire per visitare altre attrazioni importanti di Parigi. Noi, infatti, dopo aver scattato qualche foto, ci siamo diretti verso i Giardini di Tuileries.

itinerario quattro giorni a parigi

5. Jardin des Tuileries

Il nostro tour di quattro giorni a Parigi continua qui, in questi giardini curatissimi alla francese aperti al pubblico dopo la Rivoluzione Francese. I Jardin des Tuileries. E’ il giardino più antico di Parigi in cui potrete sedervi ammirando il tramonto su una delle tantissime sedie/sdraio o passeggiare godendovi tutta la bellezza della capitale francese.

itinerario quattro giorni a parigi

6. Place Vendôme

Una delle piazze simbolo di Parigi, Place Vendôme. Al centro -come vedete nella foto- spicca una colonna voluta da Napoleone che riprende la Colonna Traiana di Roma. La piazza è famosa per lo shopping di lusso (soprattutto gioiellerie) e per la presenza del celebre Hotel Ritz.

Risultati immagini per place vendome parigiPhoto by VogliadiFrancia.it

7. Opéra Garnier

Uno dei rimpianti che ho e che ancora mi si contorce lo stomaco se ci penso è quello di non essere entrati all’Opera di Parigi. Ci siamo fatti bastare l’ammirazione da fuori, non tenendo neanche in considerazione l’opzione di entrarci. Non so cosa mi farei.

Questo è ovviamente un pretesto per tornare, direte voi. In effetti sì, e non vedo l’ora di farlo. Fossi in voi quindi non mi farei scappare l’occasione di entrare per rimanere estasiati di fronte a tutta la sua bellezza. Se siete interessati (dovete esserlo!!) qui trovate tutto ciò che vi serve.

itinerario quattro giorni a parigi

SECONDO GIORNO

Ecco le cose da fare e da vedere a Parigi durante il secondo giorno!:

  • Notre-Dame e Sainte Chapelle;
  • Quartiere Latino (Sorbonne e Panthéon);
  • Jardin du Luxembourg;
  • Musée du Louvre.

second.PNGQui per vedere la mappa più in grande

1. Notre-Dame e Sainte Chapelle

Partiamo dal presupposto che il gotico è il mio stile preferito. Metteteci pure che avrò visto Il Gobbo di Notre-Dame milioni di volte e adoro i gargoyles. Questa cattedrale per me è unica.

Prima della partenza pensavo fosse molto più piccola -non chiedetemi il perchè- quando poi però sono arrivata lì mi sono stupita di quanto fosse completamente diversa da come me la immaginavo. I particolari stregano. La raffinatezza e tutto quell’insieme di archi, statue, rosoni e dettagli fanno venir voglia di stare lì ore ad ammirare.

L’interno merita anche quello, sicuramente, e l’ingresso è del tutto gratuito. Se volete però salire sulle sue torri -ne vale la pena!!- il costo è di 10€ (per noi under 25 è sempre gratuito).

WhatsApp Image 2018-05-18 at 21.18.30 (1)

La chicca delle chicche però è lei, la Sainte Chapelle. Penso che dalle foto non renda minimamente la bellezza di quest’esplosione di colori proveniente dalle immense vetrate. L’ingresso è gratuito per noi under 25 mentre la tariffa piena è di 10€ (ridotta €8).

Colorful religious stained glass windows inside of a church cathedral.

2. Sorbonne

Nel pieno centro del Quartiere Latino, eccola. La Sorbona, l’università frequentata da personalità del calibro di Marie Curie, Giuseppe Ungaretti, De Balzac o Lévi-Strauss. A me personalmente vengono i brividi. Si tratta del polo universitario più antico e più grande dell’intera Francia. 

E poi guardate, io la trovo di un’eleganza da far paura. 

itinerario quattro giorni a parigi

3. Panthéon

Il nostro itinerario di quattro giorni a Parigi prosegue qui, di fronte ad un monumento conosciuto molto bene dagli italiani e copiato in tantissime città del mondo. Il Panthéon fu voluto da Luigi XV il quale voleva fortemente un monumento in onore della patrona di Parigi, Santa Genoveffa. Negli anni, oltre che chiesa, è stato anche mausoleo e infatti qui sono sepolte personalità di spicco come Voltaire, Rousseau e Zola.

Qui trovate tutte le informazioni per preparare la vostra visita al Panthéon.

itinerario quattro giorni a parigi

4. Jardin du Luxembourg

Uno dei più bei giardini che io abbia mai visto. Curato. Incredibilmente verde. Vastissimo. Ricco di storia. E potrei andare ancora avanti. 

Il Jardin du Luxembourg fu voluto da Maria de’ Medici ed inaugurato nel lontano 1612; all’interno troverete busti di personaggi celebri (come quello del mio amatissimo Baudelaire), monumenti e fontane. Il luogo ideale per passeggiare tranquillamente e ricaricare le energie. Non perdetevelo.

itinerario quattro giorni a parigi

itinerario quattro giorni a parigi

5. Louvre

Amici, il nome già dice tutto. Penso servirebbero intere pagine per descrivere quello che sto per descrivervi. Il Louvre è un must, si sa. Ma che fosse un must io l’ho capito ancor di più quando me lo sono trovata di fronte, quando mi ci sono addentrata quasi in soggezione. E forse soggezione è proprio la parola giusta. Sì perchè del Louvre se ne sente parlare ovunque, delle sue opere, della sua grandezza, della sua importanza. Ma quando ti ritrovi lì, quando sai che da lì a poco vedrai pezzi di storia, capolavori e opere conosciute mondialmente, allora un po’ di impotenza la si prova.  

Tourists with the landmark pyramid outside the Louvre museum in Paris, France.

itinerario quattro giorni a parigi

L’ingresso principale è proprio dentro la celebre piramide fatta da un architetto cino-francese; l’avrei fotografata da ogni angolazione.

Per noi residenti UE under 26 il biglietto è gratuito, per gli altri costi guardate qui. Ovviamente non potevamo non prendere la guida (5€), fatta a Nintendo Ds, che ci ha accompagnati in questa full immersion di mezza giornata in uno dei musei più importanti al mondo.

Il Louvre è sconfintato, per vederlo tutto ci vorrebbero giorni interi. Noi ancor prima di partire ci siamo documentati su cosa ci fosse interessato e cosa no, dunque una volta lì sapevamo già il percorso da compiere. Il museo di compone di tre aree:

  • L’area Richelieu, in cui troverete soprattutto oggetti d’arte, arti decorative, arte orientale e mesopotamica, pitture del Nord e arte francese fino al 1650;
  • L’area Sully, con opere greche, romane, egizie, orientali, arabe e arte francese fino al 1850;
  • L’area Denon, con pittura francese, italiana, spagnola, americana, islamica e inglese.

WhatsApp Image 2018-05-18 at 21.18.34

WhatsApp Image 2018-05-18 at 21.18.32 (1)

Le opere imperdibili sono tante, tantissime. Tra queste, tra i must ci sono la Venere di Milo, la Nike di Samotracia, la Gioconda, Amore e Psiche, La libertà che guida il popolo, La Zattera della Medusa, il Codice di Hammurabi, le Nozze di Cana, L’incoronazione di Napoleone e il Giuramento degli Orazi.

WhatsApp Image 2018-05-18 at 21.18.34 (2)

WhatsApp Image 2018-05-18 at 21.18.34 (1)

TERZO GIORNO

Ecco le tappe che abbiamo toccato durante il nostro terzo giorno a Parigi:

  • Musée d’Orsay;
  • Montmartre;
  • Moulin Rouge.

third.PNG
Qui per vedere la mappa più in grande

1. Musée d’Orsay

Risultati immagini per musee d'orsay

Il nostro itinerario di quattro giorni a Parigi continua qui, in questo luogo meraviglioso che noi abbiamo visto solamente dall’esterno ma che vi consigliamo vivamente di vedere, fondamentalmente perchè è uno dei musei più celebri ed importanti di Parigi. 

Il Musée d’Orsay è relativamente giovane rispetto a tanti altri musei in giro per il mondo; il suo allestimento risale al 1977 in uno spazio che era una vecchia stazione ferroviaria e che *rullo di tamburi* ha visto coinvolta nel progetto di ristrutturazione anche la nostra designer italiana Gae Aulenti. Dentro troverete soprattutto opere del periodo impressionista e post-impressionista, quindi capolavori di Manet, Renoir, Cézanne, Degas, Monet, Gauguin, Van Gogh ecc. Vi basta?

Per tutto ciò che riguarda costi ed orari, consultate il sito ufficiale.

2. Montmartre

Prendete la metropolitana 12 verso Front Populaire e scendete ad Abbesses. Benvenuti nel quartiere Montmartre! 

La prima cosa che vi troverete davanti è sicuramente il Mur des Je t’aime, un’originalissima -e romanticissima- opera composta da tantissime piastrelle blu sulle quali, per ben 311 volte, è stata scritta la frase “Ti amo”. Ovviamente in 311 lingue diverse. Il luogo è davvero suggestivo, vi troverete davanti a tantissime persone intente a farsi selfie o magari intente a cercare il “ti amo” nella loro lingua.

WhatsApp Image 2018-05-18 at 21.18.28 (1)

E poi eccolo, il Sacro Cuore. In posizione dominante, lì, imponente. Le centinaia di persone che si affollano ai suoi piedi, insieme ad artisti di strada di vario genere, rendono il luogo molto vivace e frizzante. E poi beh, la vista che si ha su Parigi è impagabile, anche se la migliore è dalle cupole della Basilica (costo €5). Non perdetevela, è da togliere il fiato.

L’interno, completamente gratuito, a mio giudizio non è un granché; niente a confronto con l’esterno. Questa Basilica di stile bizantino ha una particolarità che non conoscevo prima e che è davvero curiosa. Sapevate infatti che la pietra utilizzata per la costruzione ha la caratteristica di produrre, a contatto con l’acqua piovana, una sostanza bianca che permea tutto l’edificio?

WhatsApp Image 2018-05-18 at 21.18.29 (1)

WhatsApp Image 2018-05-18 at 21.18.26 (1)

Dopo la visita al Sacro Cuore non perdetevi la deliziosa Place du Tertre. Vi troverete nel quartiere degli artisti, uno spazio pittoresco nel quale adorerete passeggiare immersi in tutto ciò che è arte. La zona inoltre è piena di negozi di souvenir e caffè; noi non ci siamo fatti mancare una buonissima crepe alla nutella!

WhatsApp Image 2018-05-18 at 21.18.27

3. Moulin Rouge

La nostra ultima tappa del nostro terzo giorno a Parigi è il Moulin Rouge. Il più famoso cabaret parigino conosciuto in tutto il mondo. Fu inaugurato durante gli anni 80/90 dell’800, in un periodo in cui la zona in cui si trova -il quartiere Pigalle- era un susseguirsi di French Cancan, feste, sballo e donne ovunque.

Oltre a poter assistere a degli spettacoli, il Moulin Rouge propone anche dei pacchetti cena+spettacolo; se siete degli appassionati sicuramente non potrete perdervelo!

moulin rouge parigi itinerario di 4 giorni


QUARTO GIORNO

Ecco cosa fare e vedere a Parigi l’ultimo giorno:

  • Centre Pompidou;
  • Place de la République;
  • Place des Vosges;
  • Place de la Bastille.

fourth.PNGQui per vedere la mappa più in grande

1. Centre Pompidou

Un’esplosione di colore. Semplicemente la più importante collezione di arte moderna e contemporanea d’Europa. Una figata pazzesca amici. Inoltre, il Centre Pompidou si erge in uno spazio meraviglioso che comprende anche una biblioteca, sale cinematografiche, ristoranti, bar, spazi culturali e librerie! Un sogno ad occhi aperti.

Sapevate che questo centro è stato realizzato su progetto di Richard Rogers e del nostro super architetto italiano Renzo Piano? E che sulla facciata si trovano scale mobili e grossi tubi colorati i cui colori diversi delle tinte contraddistinguono un diverso contenuto delle guaine? Il verde per il liquidi,  il rosso per le vie di comunicazione, il giallo per i cavi elettrici e il blu per l’aria! Pazzesco!

Per organizzare la vostra visita al Centre Pompidou, qui tutte le informazioni necessarie.

Risultati immagini per centre pompidou parigi

2. Place de la République

Place de la République è senza dubbio il luogo che più mi è rimasto a cuore di questo nostro soggiorno a Parigi. Vi chiederete il perchè, visto che si tratta di una semplice piazza. In realtà sì, fino a pochi anni fa questa era solamente una piazza che celebrava la Repubblica e il famoso motto francese “Liberté, Egalité, Fraternité”.

Dopo i primi attentati alla città e a quelli che si sono susseguiti in questi anni, Place de la République è diventata il luogo della memoria, della preghiera e del silenzio. Un silenzio assordante. Siamo partiti per Parigi proprio nel bel mezzo del periodo più brutto per la città e per l’Europa in generale; quando siamo arrivati qui non sapevamo di trovare quello che poi abbiamo trovato. Tantissime persone davanti al monumento completamente tappezzato di dediche, fogli, disegni, candele, foto, oggetti personali, fiori. Un luogo toccante, a tratti devastante.

place de la republique parigi itinerario di 4 giorniplace de la republique parigi itinerario di 4 giorniplace de la republique parigi itinerario di 4 giorni

3. Place des Vosges

Questa piazza è una delle più deliziose che io abbia mai visto. Un confetto. L’avevo vista e rivista prima di partire e poi niente, la mattina in cui ci siamo andati era chiusa. Non chiedetemi il motivo. Ci sono rimasta malissimo.

place des vosges parigi itinerario di 4 giorni

Si tratta di una piazza chiusa completamente circondati da palazzi; al centro un meraviglioso spazio verde con una fontana, sui lati piccoli negozietti e qualche bar. Non so esattamente il perchè ma questo luogo mi aveva già colpito tantissimo prima della partenza; una volta tornata mi sono accorta di quanto ci avessi lasciato il cuore. Il senso di pace, di bellezza e di raffinatezza che mi ha trasmesso è indelebile. E non vedo l’ora di tornarci.

place des vosges parigi itinerario di 4 giorni
place des vosges parigi itinerario di quattro giorni

4. Place de la Bastille

Il nostro itinerario di quattro giorni a Parigi finisce qui, in Piazza della Bastiglia. Un luogo studiato e ristudiato, pezzi di storia che riaffiorano nella mente. Appunto, uno dei luoghi storici più importanti della capitale francese.

Al centro della piazza troverete la Colonna di Luglio, eretta in memoria dei martiri dei moti del 1830 e 1848, con in cima il bronzo del Genio della Libertà.
In questa stessa piazza inoltre, in occasione del bicentenario della Rivoluzione nel 1989, è stata costruita l’Opéra National de Paris-Bastille, il secondo teatro d’opera per importanza di Parigi.

bastiglia itinerario parigi

 

Grazie a questo tour avrete la possibilità di vedere tutte le attrazioni principali, la maggior parte comodamente a piedi, come mostrano le mappe che abbiamo creato.
Se -dopo i nostri consigli- avrete ancora un po’ di tempo libero vi consigliamo l’esperienza sui Bateaux Mouche, i famosi battelli parigini che vi faranno vedere Parigi da un’altra prospettiva! E, per finire, se contate di rimanere nella capitale francese un giorno in più vi consigliamo l’escursione alla famosissima Reggia di Versailles!

 

Continuate a seguire anche sui nostri canali social!:
Facebook: Wishes On The Road
Instagram: @wishesontheroad
GooglePlus : Wishes On The Road
Pinterest: Wishes On The Road

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...