• Diari gluten-free,  Senza glutine in Italia

    Senza glutine (e non solo!!) a Milano | Beato Te

    Ieri sera sono stata in un posticino che era da secoli che volevo provare. Sapete quando volete tremendamente una cosa ma in un modo o nell’altro c’è sempre qualcosa che vi ostacola? Ecco, questo è quello che mi succedeva, fino a ieri sera, con Beato Te.

    Beato te cosa, direte voi. In realtà Beato Te è proprio il nome della pizzeria gourmet con cucina che ho provato ieri, a Milano, in zona Lorenteggio.

    Beato Te è troppo originale. Il locale è grandissimo, su più piani, tutto in legno. Appena si entra si viene avvolti da una simpatica musica a tutto volume che fa venir voglia di salire le scale improvvisando qualche passo di danza. Si sente profumo di pizza ovunque, perfino fuori prima di entrare.

    Prima però di spiegarvi di cosa si tratta, di cosa ho mangiato e altre informazioni tecniche, io vi vorrei parlare di quanto Beato Te sia, secondo me, un esempio -ed un modello- di successo che, al giorno d’oggi, tantissimi altri ristoranti (e non) dovrebbero seguire.

    Digiprove sealCopyright protected by Digiprove © 2018
  • Diari gluten-free,  Senza glutine in Europa

    Mangiare senza glutine a Lisbona | La mia esperienza

    Tornata dal mio viaggio nella capitale portoghese non potevo non scrivere un articolo su cosa e dove mangiare senza glutine a Lisbona.

    Di solito non lo faccio mai, ma questa volta mi sono informata tantissimo sul web prima di partire, programmando di provare tutti i posti che mi ero segnata; poi, in realtà, non ne ho provato neanche mezzo. A pranzo eravamo sempre in giro, mangiavamo panini al volo fatti a casa (con pane portato dall’Italia) e, avendo poco tempo, non ci siamo mai fermati a pranzare come si deve. Capace che poi i locali che avevo visto erano da tutt’altra parte a dove ci trovavamo noi in quel momento. Di sera invece, soggiornando in un AirBnb, mangiavamo a casa.

    Questo per dirvi che ho provato davvero poco ma, quel poco che ho provato, è stato decisamente top. 

    Digiprove sealCopyright protected by Digiprove © 2018
  • Diari gluten-free,  Senza glutine in Europa

    Mangiare senza glutine a Stoccolma | La mia esperienza

    Come vi ho già raccontato, da quando seguo la dieta senza glutine, mangiare fuori casa per me è sempre un’ansia; devo cercare sempre qualche ora prima un posticino nel quale ci sia almeno una briciola di gluten free, ma soprattutto devo sperare che quel posticino sia abbastanza vicino a casa mia e non a mille chilometri di distanza. Mettiamoci pure che, per forza di cose, le persone che escono con me devono adeguarsi e seguirmi sempre, senza molte altre alternative.

    Questo succede quando sono qui – a Milano – figuriamoci quando sono in viaggio. L’ansia raddoppia.

    Digiprove sealCopyright protected by Digiprove © 2018
  • Diari gluten-free,  Senza glutine in Europa,  Senza glutine in Italia

    I celiaci possono viaggiare? | Io e la celiachia

    “Come si fa a non mangiare la pizza?”, “mamma mia non so come fai”, “io morirei senza pane”, “e quando esci fuori cosa mangi?”, “dai un solo morso cosa sarà mai”, eccetera eccetera eccetera.

    “E in viaggio come ti organizzi?”, “trovi sempre posti in cui mangiare?”.
    NO. Muoio di fame. Faccio viaggi per il gusto di stare a digiuno qualche giorno, quando mi vedo un po’ fuori forma prenoto un viaggio così sono sicura di ritornare al mio peso ideale.

    Digiprove sealCopyright protected by Digiprove © 2018
All original content on these pages is fingerprinted and certified by Digiprove
Vai alla barra degli strumenti